Blog: http://ilMaLe.ilcannocchiale.it

Biografia

Leonardo Marzorati nasce nel cuore della Brianza nel 1982. Vive quasi tutta la sua vita a Capriano di Briosco, un piccolo paesino collinare. Dopo una torbida adolescenza, in cui non verrà a capo di nulla, cazzeggiando tra il Liceo Scientifico Enrico Fermi ed il suo paesino, decide di conoscere meglio il pianeta in cui vive. Dopo il diploma si iscrive a Scienze Politiche alla Statale di Milano dove ottiene una laurea triennale nel 2004 e una laurea specialistica in Storia del mondo contemporaneo nel 2006. Dopo essere stato operaio, cameriere, addetto alla rassegna stampa, agente assicurativo, bigliettaio e maschera in un cinema multisala, impiegato alla dichiarazione dei redditi presso un Caaf, cassiere di banca, ora lavora di notte in un'agenzia di stampa a Milano. Collabora ancora a tempo perso a giornali locali come free lance. E' un assiduo divoratore di fumetti e romanzi horror o fantascientifici. Ama il cinema d'essai e le donne provocanti che hanno contribuito a rendere magica la settima arte. Dopo un passato politico turbolento, in cui è stato sia fascista che comunista, ora si definisce liberale per una giustizia sociale. Detesta gli intolleranti, i razzismi di ogni tipo, i buonisti di sinistra, le veterofemministe, gli integralisti religiosi e i modesti. Ama lo stile giornalistico di Indro Montanelli, Oriana Fallaci, Luca Telese e Massimo Fini. E' iscritto all'AVIS. Si ritiene un artista stravagante, amante di se stesso e della cultura. Come disse Baudelaire: "solo la cultura alla fine salverà l'uomo". Crede nella cultura, nell'arte e nella civiltà democratica. Leonardo ha problemi un po' con tutti, ma soprattutto con le donne. Le poche ragazze che ha conosciuto si sono comportate molto male nei suoi confronti. Una di queste sgualdrine gli disse: "Sei un maschilista frustrato perchè le tipe non te la danno". Ciononostante non ha perso la fiducia e spera di poter trovare una ragazza seria che lo sappia valorizzare. Sostiene il sesso libero e le coppie aperte. Poche volte ha pianto: per la scomparsa di una persona cara, per una sconfitta personale, dopo aver letto dei Dylan Dog particolarmente commoventi o il romanzo "Un uomo" di Oriana Fallaci. Da precario cerca nuove occupazioni, più possibilmente stabili e scrive racconti. Nel 2011 si trasferisce a Milano, innamorandosi della più progressista metropoli dell'Europa Meridionale. Nel 2013 pubblica per Gilgamesh Edizioni il suo primo libro Frustrati - Uomini e donne che non hanno conosciuto l'amore.

Pubblicato il 9/11/2013 alle 12.43 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web